Task force contro il bracconaggio: siglato un accordo tra ISPRA e CUFAA per prevenire episodi di bracconaggio ai danni del capovaccaio

Nel giugno 2020 l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale ISPRA e il Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari Carabinieri CUFAA hanno stipulato, nell’ambito del progetto LIFE Egyptian vulture, un accordo finalizzato alla prevenzione ed al contrasto del bracconaggio ai danni del capovaccaio.

I reati contro la fauna, purtroppo, sono ancora estremamente diffusi in Italia; il CUFAA opera per il contrasto di questi crimini odiosi con le sue Stazioni Carabinieri Forestali e, in particolare, con la Sezione Operativa Antibracconaggio e Reati in danno degli Animali SOARDA. Inoltre, sia ISPRA che il CUFAA operano, per quanto di competenza, nell’ambito del Piano di Azione Nazionale per il contrasto degli illeciti contro gli uccelli selvatici promosso dal Ministero dell’Ambiente.

Attività di sorveglianza del CUFAA

In virtù di questo impegno sinergico e dell’accordo stipulato nell’ambito del progetto LIFE Egyptian vulture, personale CUFAA svolgerà attività di vigilanza antibracconaggio, che si concentrerà soprattutto nelle aree di nidificazione, nelle aree di transito e sosta durante la migrazione e nelle aree in cui viene fornita alimentazione supplementare ai capovaccai.

Inoltre, la sorveglianza sarà attiva nelle aree frequentate dai giovani capovaccai liberati nell’ambito del progetto LIFE Egyptian vulture, che vengono monitorati tramite dispositivi GPS.

Contatti costanti tra lo staff del progetto LIFE Egyptian vulture ed il CUFAA permetteranno di seguire in tempo reale gli spostamenti dei capovaccai monitorati tramite strumentazione GPS e di presidiare costantemente le aree sensibili; ciò, peraltro, è già avvenuto efficacemente nel corso del 2019.

Oggetto di particolare attenzione sarà la Sicilia occidentale (soprattutto la provincia di Trapani), area in cui il bracconaggio risulta ancora diffuso e dove nel 2018 un giovane capovaccaio fu barbaramente ucciso da una fucilata, a solo un mese di distanza dalla sua liberazione in Basilicata.

Life Egyptian Vulture

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi